È sicuramente vero che per ottenere un ventre perfettamente piatto in vista dell’estate ci sono diverse soluzioni da mettere in campo, a iniziare da dieta ed esercizio fisico. Tuttavia, è altrettanto vero che non ci si possono aspettare miracoli, soprattutto nel breve periodo. Inoltre, alcuni ammassi di grasso sono talmente ostinati che resistono anche a un regime di dieta ferrea ed esercizio giornaliero.

Per tale motivo, alcuni si sottopongono a procedere di medicina estetica e chirurgia plastica a Roma. In questo caso, si parla di chirurgia addominale che consente di avere una pancia piatta perfetta come non si era mai visto prima.  Purtroppo, la pancia è uno dei punti del corpo dove si ammassa la maggior parte di cellule lipidiche, cioè grasso. Sono ammassi densi e duri difficili da aggredire, soprattutto quando sono vascolarizzati. Ci sono diversi interventi da valutare per ottenere il risultato desiderato da valutare in base a fattori diversi quali età del paziente e quantità di grasso da rimuovere.

La liposuzione per asportare il grasso addominale

Ci sono altri interventi che possono essere eseguiti in chirurgia plastica a Roma per ottenere finalmente una addome piatto. Ad esempio, si può scegliere la liposuzione cioè un intervento per asportare il grasso localizzato in eccesso tramite una cannula aspirante.

Il lifting addominale per tendere il derma

In caso di un grosso rimodellamento, potrebbe comparire il cosiddetto grembiule addominale. Si tratta di un eccesso di cute che prima era ben tesa sull’addome che ora però è stato svuotato. È un tipo di procedura che spesso è inclusa nella chirurgia addominale per tendere il derma e far sì che la pancia abbia un aspetto tonico. Inoltre, è necessario il lifting addominale perché con il passare del tempo è abbastanza comune che la pelle diventi flaccida e si rilassi, è un processo abbastanza naturale perché il derma non produce più collagene che tenda il derma.

Dopo l’intervento, si indossa a una fascia contenitiva che possa tendere per bene la pelle e farla aderire alla perfezione ai nuovi contorni creati con il bisturi.

Di Editore