Cosa fare se tuo figlio vittima di bullismo: 4 consigli pratici

Se tuo figlio è vittima dei bulli a scuola, ci sono un paio di azioni che in quanto genitori potete mettere in atto. Continuate a leggere questa guida per saperne di più.

  1. Coltivare un hobby

Chi preso di mira e vessato dai bulli spesso ha problemi di autostima e no ha fiducia in sé stesso. Un modo per allontanarsi da certe situazioni è coltivare un hobby, una passione, un talento. Chi dovesse continuare ad avere problemi con i figli che si chiudono a riccio, può interpellare un valido e serio investigatore privato a Roma che fornisce anche il servizio di controllo minori.

  1. Cercare un amico sincero

I bulli spesso isolano chi viene preso in giro. È vero che il bullo è un ragazzo solo ma la suo fianco ci sono tanti altri ragazzi, o ragazze, che lo seguono per evitare di esser presi di mira a loro volta. Per questa ragione, chi è vittima di bullismo deve cercare un amico, sincero e fedele. Ci sono tanti modi per stringere un’amicizia così come passare tempo insieme dopo la scuola anche solo per fare i compiti. I genitori possono spronare il figlio a chiamare qualcuno a casa per studiare assieme.

  1. Passare tempo di qualità in famiglia

I ragazzi che sono vittima di bullismo spesso hanno problemi di fiducia in sé stessi, come si diceva prima. È stato provato che i ragazzi che passano più tempo di qualità con i famigliari sono invece più sicuri e sono meno suscettibili alle prese in giro dei compagni di classe.

  1. Provare a cambiare aria

Ovviamente, un valido investigatore privato a Roma non consigli di trasferirsi per colpa di qualche bullo a scuola, ma piuttosto di cambiare zona per le attività extrascolastiche. L’ideale sarebbe organizzare un’attività extrascolastica come quella sportiva in un bacino di utenza diverso in maniera da non incontrare di nuovo le stesse persone viste a scuole e vedere i soliti schemi.